16Dic
By: Sabina Berselli Acceso: dicembre 16, 2015 In: Arcivescovo Comments: 0

Siamo stati mercoledì scorso a conoscere il nostro Arcivescovo che ci ha fatto subito sentire “a casa” accogliendoci con una grande simpatia. La nostra è stata una vera e propria “invasione” perché, essendo la nostra “realtà Farlottina” un po’ complessa, eravamo veramente in tanti: c’era il Presidente Paolo Parenti insieme al CdA dell’Opera di San Domenico, Opera fondata dalla nostra Assunta Viscardi; Mirella Lorenzini, la nostra direttrice, insieme al CdA della Cooperativa Sociale Istituto Farlottine; alcune sorelle della Comunità Maria Glicofilusa, un piccolo cuore che tenta di animare la scuola intera, mantenendola sulle tracce di Assunta e di San Domenico; Alessandro Serafini, responsabile della Porticina, una sorta di “pronto soccorso della carità” come la definiva Assunta.

Il nostro Vescovo ci ha trasmesso una grande e buona energia: ascoltandoci ci ha esortato a procedere spediti nel nostro impegno educativo e a non fermarci al ripetere cose già acquisite, ma provare strade nuove, adatte alle esigenze di oggi. E’ stato bello incontrarlo e avvertire la sua generosità, il suo genuino desiderio di camminare insieme al suo gregge per rendere tangibile la presenza di Gesù nel cammino del suo popolo. L’intera scuola San Domenico ha potuto gioire di questo augurio così rassicurante: non abbiate paura, non siete soli.

(dall´articolo su BO7 dell´Avvenire di domenica 20 dicembre)

Trackback URL: https://www.farlottine.it/new/prova/trackback/